l'assistente di volo
Come diventare assistenti di volo

Camerieri dei cieli? Ecco cosa fa un’assistente di volo

Chi non è nel mondo dell’aviazione non riesce veramente a capire quali sono i compiti di un assistente di volo.

Solitamente i passeggeri credono che la professione di limiti a sorridere e salutare durante l’imbarco e fare il caffè.

Non è così.

Dietro le quinte (o dietro la galley) si nascondono compiti e responsabilità che nemmeno ti immagini.

Ma prima, leggi anche:

 

1. Safety and Security

Un assistente di volo è principalmente responsabile della sicurezza dei passeggeri dal momento in cui varcano la soglia dell’aereo, al momento i cui toccano terra.

Ti sei mai chiesto cosa fanno le hostess quando non sono in cabina?

Ci sono una serie di procedure di sicurezza che devono mettere in atto, che sono risultato di mesi di studio su manuali infiniti che devono essere imparati a memoria.

Infatti, per la natura della professione, la particolarità e la pericolosità del lavoro, le procedure di sicurezza sono alla base della professione.

Per ottenere queste competenze, infatti, è necessario seguire un corso di qualche mese che prepara il futuro equipaggio di bordo, seguendo i regolamenti emessi dalle autorità dell’aviazione internazionali, europei e nazionali.

Durante questi training, l’equipaggio di bordo, infatti, acquisisce molte delle cosiddette soft skill, tra cui:

a. Time management – Gestione del tempo: 

Nel mondo dell’aviazione, ogni secondo è prezioso.

Ci sono procedure di emergenza che si devono svolgere in pochi secondi.

 

b. Comunicazione 

La comunicazione con il resto dell’equipaggio e con la cabina di pilotaggio sono fondamentali, non solo per rendere un ambiente di lavoro gradevole, ma ancora una volta, per risolvere eventuali emergenze che possono risultare a bordo.

Comunicare in modo efficace e effettivo, senza giri di parole, senza perdere dettagli importanti, fanno sì che il livello di sicurezza a bordo rimanga tra i più alti.

Per questo, ha un’ottima conoscenza della lingua inglese o della lingua della compagnia sono necessarie.

 

c. Situational Awareness – Consapevolezza Situazionale: 

Lo studio dei manuali e delle procedure di emergenza non sono sufficienti per svolgere il lavoro di assistente di volo.

Un buona preparazione accademica deve essere sempre accompagnata dalla cosiddetta situational awareness, ovvero quelle capacità di adattare le conoscenze e le competenze a ciò che sta accadendo.

Per la natura del lavoro, lo studio delle procedure di emergenza copre tutte le eventuali situazioni di pericolo che si possono verificare: questo scaturisce da decenni di studio di incidenti aerei, il quale errore umano o tecnico sono stati analizzati nel minimi dettagli per far sì che non accadano più.

E’ per questo che viaggiare in aereo è considerato uno dei modi più sicuri per spostarsi.

A tal proposito, leggi:

 

Tuttavia, la vita è imprevedibile e la capacità di adattare le proprie conoscenze a imprevisti che possono capitare, fa la differenza!

 

d. Primo Soccorso: 

Quando di sta per ore in un mezzo sospeso a 37.000 ft di altezza, un personale che sa prendersi cura di te nel caso in cui non dovessi sentirti bene è vitale.

Le compagnie aeree offrono alla loro crew conoscenze teoriche e pratiche di primo soccorso.

Hai mai sentito che una passeggera ha partorito a bordo? Beh, siamo preparati anche a questo!

L'assistente di volo - cosa fa un'assistente di volo

2. Customer service

Questa è la parte che conoscete tutti: accogliere i passeggeri, fornire assistenza per raggiungere posti, per riporre i bagagli, rispondere a tutte le richieste dei viaggiatori, anche quelle più assurde eccetera eccetera.

Poi sì, ci sono alcune compagnie che prevedono la compravendita di cibo, profumi ed accessori.

In generale, il nostro compito è quello di mettere a proprio agio i nostri ospiti, farli sentire compresi e rassicurati.

guarda anche

Spread the love

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *